Category Archives: Unione europea

Strasburgo e l’esperienza nella sede del Parlamento europeo

Finalmente il viaggio a Strasburgo!

Tanto atteso, da me, dagli studenti, dalle famiglie, questo viaggio costituisce l’ultima tappa di un percorso cominciato con il progetto eTwinning “Women’s @mb@ss@dors @ School”, un progetto che mi ha entusiasmata fin dall’inizio, ma che davvero non pensavo ci avrebbe condotto fino alla sede del Parlamento Europeo a Strasburgo.

Invitati dall’onorevole Sergio Cofferati, durante la sua ‘chiacchierata’ con gli studenti del Liceo “Carlo Porta” di Erba, per parlare di violenza contro le donne, di valori europei e del Parlamento, la più democratica delle Istituzioni dell’Unione Europea. Quando, incoraggiata dal Dirigente, chiesi l’invito non avevo idea che un tale regalo fosse corredato da un contributo economico per le spese di trasporto, vitto e alloggio. Fu una splendida sorpresa per tutti, ma il mio pensiero andava soprattutto alla realizzazione di un sogno: entrare nel palazzo Louise Weiss ed in particolare nell’emiciclo per assistere ad un dibattito parlamentare.

Ed ecco studenti e accompagnatori insieme in una fantastica foto di gruppo.

L’accoglienza è stata davvero straordinaria: organizzata, semplice e cordiale. Nessun imprevisto.

Un funzionario ci ha accolti all’arrivo e si è occupato della parte burocratica, un altro ci ha fatto compagnia e ci spiegava i diversi ambienti attraverso cui passavamo. Infine ci hanno condotti in una sala dove ci siamo accomodati su delle poltroncine blu dove un funzionario italiano ha chiacchierato amichevolmente con gli studenti. Il linguaggio era semplice, ricco di esempi e aneddoti, ma finalizzato a far comprendere quanto siano importanti i valori su cui si fonda la nostra Unione e quanto sia importante difendere e favorire il suo processo per una sempre maggiore unità.

Infine ci hanno portati nell’emiciclo, in galleria, e ci è stata data una piantina dei seggi con i nomi dei parlamentari attuali e il gruppo politico di appartenenza. Abbiamo indossato le cuffie audio e selezionato il canale della lingua di nostra preferenza. Ho provato quello italiano, poi quello di altre lingue, alla fine l’ho tolta perché, al di là dell’argomento di discussione, mi entusiasmava il sentire le voci dei MEP di tanti Paesi diversi dibattere dello stesso argomento. Si parlava della portabilità dei contenuti digitali e chissà se dopo la legge appena approvata sul roaming e le tariffe telefoniche si arriverà ad abbattere le frontiere anche dei contenuti digitali.

Dopo questa esperienza, in una splendida giornata di sole, ci siamo recati alla Petite France per assaggiare una Tarte Flambé tradizionale ed un bicchiere di birra fresca (solo gli adulti, però!  😉 )

Tante, centinaia di foto sono state scattate. Prepareremo un album fotografico per documentare il viaggio in modo più accurato, spero presto.

“Navigare in Europa” – incontro con Europe Direct Lombardia

 Primo incontro con Europe Direct Lombardia, sportello di Como

Nella mattinata di venerdì 7 aprile 2017 si è tenuto presso il nostro istituto il progetto “Navigare in Europa” presieduto dalla dott.ssa Renata Terzaghi, di Europe Direct Lombardia, a cui hanno aderito le classi 5A, 5M e 5S.
Lo scopo dell’incontro è stato quello di far conoscere agli alunni le diverse possibilità di studio, volontariato e lavoro che l’Unione Europea mette a disposizione.
L’intervento della dott.ssa Terzaghi si è innanzitutto concentrato sull’Erasmus Plus, un servizio offerto dall’Unione Europea a tutti gli studenti universitari, che possono scegliere se intraprendere il percorso dell’Erasmus Studio, un periodo dai 3 ai 12 mesi di permanenza in un’università straniera, oppure se sperimentare l’Erasmus Traineership, un’esperienza di tirocinio sempre in un paese estero.
Successivamente è stato approfondito il Servizio Volontariato Europeo (SVE), nonché alcuni progetti che consistono in attività di volontariato offerte ai giovani tra i 17 e i 30 anni residenti in un paese europeo o partner. Queste attività spaziano in diversi ambiti: dalla cultura, all’assistenza sociale, all’ambiente e sono quasi interamente finanziate dall’UE.
Oltre ad esporre le particolarità di questi progetti la dott.ssa Terzaghi ha inoltre precisato le modalità di partecipazione, attraverso le cosiddette Organizzazioni d’invio ed ha chiarito eventuali dubbi sulla problematica linguistica, esponendo anche il servizio Online Linguistic Support, ossia un corso di preparazione linguistica per affrontare al meglio queste esperienze.
In seguito sono stati esposti i servizi Erasmus per giovani imprenditori ed i tirocini presso le istituzioni europee, prima di addentrarsi nell’ambito del lavoro nell’Unione Europea, in cui è stato approfondito il servizio Garanzia Giovani, che offre una formazione mirata per entrare nel mondo del lavoro ai giovani tra i 15 e i 29 anni residenti in Italia.
Infine tra gli ultimi progetti proposti sono stati approfonditi la rete EURES, che opera nell’ambito lavorativo in tutta Europa, mettendo in contatto e seguendo lavoratori e datori di lavoro, il servizio EPSO, nonché l’Ufficio Europeo per la selezione del personale, cui si può accedere tramite concorso ed il Corso Europeo di solidarietà per i giovani dai 18 ai 30 anni, che consiste in attività di volontariato e tirocinio per aiutare alcune comunità o popolazioni d’Europa.
L’incontro si è concluso alle ore 12.55 con il congedo degli alunni delle classi quinte che hanno decisamente apprezzato l’intervento e che si sono dimostrati attenti e interessati per le notevoli opportunità proposte dall’Unione Europea.

Articolo scritto da uno studente di 5 A