Archives

Quali competenze?

Quasi tutti conosciamo la Raccomandazione 2006/962/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, relativa a competenze chiave per l’apprendimento permanente, sappiamo che sono 8 e magari sappiamo anche enunciarle.
Ma cosa siano in realtà, ancora pochi lo sanno.
C’e molta confusione fino a considerare quasi sinonimi le parole abilità e competenza, o addirittura ritenere le competenze alternative alle conoscenze.

Cercherò dunque prima di tutto di chiarirne i concetti fondamentali, per rendere evidente come una didattica per competenze permetta l’apprendimento e la maturazione dell’individuo nella sua interezza, permettendo di adattarsi ad un mondo globale in continua trasformazione.

CONOSCENZE ABILITA’ ATTEGGIAMENTI
Le conoscenze sono il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento. Le abilità indicano la capacità di applicare conoscenze e usare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi. L’atteggiamento rappresenta i nostri modi profondi di essere e si consolida intorno ai vent’anni.

Le competenze sono dunque la capacità di usare conoscenze, abilità e atteggiamenti personali, sociali e metodologiche, e sono sempre descritte in termini di responsabilità e autonomia, esercitate in situazioni nuove. 

La presentazione Competenze europee illustra le otto competenze chiave per la cittadinanza.

Qui di seguito il documento originale in lingua inglese

RECOMMENDATION OF THE EUROPEAN PARLIAMENT AND OF THE COUNCIL

Condizioni necessarie per lo sviluppo di competenze

Centralità del discente e del processo di apprendimento

Docente come mediatore e facilitatore

Responsabilità educativa del docente

Flessibilità didattica (mediatori attivi, iconici, analogici, simbolici)

Apprendimento sociale: laborialità, approccio cooperativo, discussione)

Valorizzazione dell’esperienza attiva dello studente

Attenzione ai processi metodologici e alla dimensione relazionale

Acquisizione di una modalità riflessiva per rappresentare l’esperienza, attribuirle significato (metacognizione)

Attenzione agli aspetti affettivo-emotivi dell’apprendimento

Attribuzione di autonomia e responsabilità all’allievo attraverso compiti significativi e unità di apprendimento

Problematizzare, coinvolgendo l’allievo, e contestualizzare per dare senso all’apprendimento